Vetri Stratificati

I vetri stratificati grazie alle loro caratteristiche fisiche e alla resistenza sono utilizzati per la realizzazione di vetri di sicurezza installati in locali pubblici, edifici scolastici e uffici. Quando si parla di vetro stratificato s’intende un tipo di vetro composto di diversi materiali, assemblati insieme e sovrapposti.

 

 

Il composto è formato da uno o più fogli di vetro alternati a fogli di plastica, tenuti insieme da intercalari.
Le normative europee prevedono che questa categoria di vetri sia installata in luoghi pubblici e istituzioni per impedire infortuni in caso di rottura di finestre, portefinestre e vetrate.
Materiali utilizzati
I vetri utilizzati possono essere chiari, colorati, trasparenti o opachi, alternati da fogli traslucidi o trasparenti di:
• policarbonato
• acrilico
I vetri di sicurezza sono progettati per resistere ad atti di vandalismo, urti, esplosioni e agenti atmosferici. In caso di rottura i frammenti non si disperdono in piccoli pezzi ma rimangono saldamente attaccati al substrato, prevenendo incidenti o pericolosi rischi per la persona, danneggiamenti a mobili o a strumentazioni. Grazie quindi alla loro resistenza sono definiti antinfortunistici e trovano collocazione in luoghi con alta affluenza di persone, coperture, tetti, balaustre.

Attiva nella progettazione e vendita di questo tipo di vetro, l’azienda Vetrodecor con sede nella città di Parma, si pone come partner ideale per aziende, uffici pubblici e privati, stadi, banche e scuole.
Classificazione dei vetri stratificati
In base alla composizione, i vetri stratificati possono essere classificati come
:

• anticaduta
• antiferita
• antieffrazione
• antiproiettile
• antiesplosione

I vetri di sicurezza commercializzati dall’azienda rispondono in maniera rigorosa alle normative europee in vigore e garantiscono alti standard di sicurezza e resistenza.